Corali Certosa Pavia
PRIVACY POLICY | COOKIE POLICY

Palazzo Arese Litta. Corso Magenta, 24. Milano

©2022 DIREZIONE REGIONALE MUSEI LOMBARDIA.

DEVELOPED BY VIVA!

Graduale 814

I Graduali
cinquecenteschi

I Graduali cinquecenteschi della Certosa di Pavia, conservati in sacrestia fino alla soppressione del monastero nel 1782, furono trasferiti nel 1784 alla Biblioteca Braidense.
Due anni più tardi, all’inizio del periodo napoleonico.

Due anni più tardi, all’inizio del periodo napoleonico, furono inviati a Parigi, per essere restituiti nel 1816, a eccezione di un esemplare, del quale si sono perse le tracce. Gli altri tredici codici furono riportati alla Certosa nel 1883.
Contenenti le parti cantate della messa per i vari periodi dell’anno liturgico, essi furono decorati nell’arco di un trentennio.

Il primo dicembre 1544 Evangelista della Croce fu incaricato di miniare i volumi dalla prima domenica dell’Avvento alla prima domenica dopo l’ottava dell’Epifania, ossia i codici 822 e 814 dei quali presentiamo il restauro. Il suo intervento risulta terminato nel gennaio 1551.

Dagli anni sessanta il vallombrosano Benedetto da Bergamo fu impegnato nella decorazione dei libri da coro e nella scrittura di alcuni di essi. Una delle miniature a lui ascrivibili, la Trinità in apertura del codice 817, è datata 1562. Benedetto nel 1567 si trovava a Roma, al servizio di Pio V, e riprese a lavorare per la Certosa di Pavia dopo il 1572. Alla fase finale dell’impresa partecipò anche il nobile pavese Guarnerio Beretta: l’ultimo punto fermo cronologico è la data 1578 sul frontespizio del codice 823, da lui decorato.

Certosa-Pavia-Graduale-814-dettaglio
Corali Certosa Pavia

Certosa di Pavia,
Biblioteca Antica
4 . 11 . 2021 – 9 . 1 . 2022

Certosa di Pavia, Biblioteca Antica
4 . 11 . 2021 – 9 . 1 . 2022

This site is registered on wpml.org as a development site.